Il bello dell'essere

Categoria: Biografici
Autore: Alberto Malaguti
Editore: Casa Editrice Freccia D'Oro
Edizione: brossura
Genere: biografico
Pagine: 64
Anno: 2015

 

Alberto si presenta al pubblico con queste sue lettere dove si racconta e a volte inventa storie che rispecchiano in parte il tessuto sociale in cui vive. In questo modo mette a nudo la sua anima, il suo cuore, parti di sé che, altrimenti, rimarrebbero nell’ombra. La spinta e lo stimolo di scrivere gli nasce da un’esperienza di vita dolorosa, la perdita del padre, ed è come nascesse in lui un altro Alberto, un figlio che attraverso la mancanza del proprio genitore muore anch’esso per rinascere e mettere allo scoperto i suoi limiti, i suoi dubbi. L’eleganza dei sentimenti descritti in queste lettere fanno di Alberto uno scrittore dal cuore puro e trasparente come quello di un bambino.

L’autore di questo libro intitolato “Il bello dell’essere” è Alberto Malaguti ed i suoi scritti ci hanno fatto incontrare e hanno fatto nascere quel quid di riconoscimento per gli stessi interessi. Alberto si presenta al pubblico con queste sue lettere dove si racconta e a volte inventa storie che rispecchiano in parte il tessuto sociale in cui vive. In questo modo mette a nudo la sua anima, il suo cuore, parti di sé che, altrimenti, rimarrebbero nell’ombra e lui questo non lo desidera più perché, come mi ha spiegato , è stato fin troppo tempo introverso. La spinta e lo stimolo di scrivere gli nasce da un’esperienza di vita dolorosa, la perdita del padre, ed è come nascesse in lui un altro Alberto, un figlio che attraverso la mancanza del proprio genitore muore anch’esso per rinascere e mettere allo scoperto i suoi limiti, i suoi dubbi. L’eleganza dei sentimenti descritti in queste lettere fanno di Alberto uno scrittore dal cuore puro e trasparente come quello di un bambino. “Ogni anima ha qualcosa da condividere. Esistono doni e beni a molti livelli diversi. Puoi non avere doni materiali, ma puoi essere certo di averne altri, qualsiasi essi siano. Non tenerli per te, ma sii pronto a portarli alla luce, Cos'hai da dare? Se non lo sai, soffermati a scoprirlo. Dai di tutto cuore e con gioia, e sii grato per avere qualcosa da dare, non importa cosa [da: "Eileen Caddy - Le porte interiori" - Amrita] Questo è il primo libro edito e non poteva non donarlo con amore alla famiglia, all’atleta di volley e amica Francesca Piccinini, e alla sottoscritta a cui vanno i migliori auguri per una proficua attività letteraria futura.

Trovarmi davanti alla tua tomba anche se piove a dirotto e rimanere immobile come una statua, lasciando che l’acqua scorra sui miei vestiti. Fermo, davanti a questa foto che sembra parlare con il mio animo, in una conversazione amichevole. Sento quei passi lievi, come una nuvola attraversare la mia figura, ed entrare nel mio cuore pieno del tuo amore infinito. Sarò solo, ma pieno di quell’impronta definitiva nel tuo vivere, tra il capirsi e il comprendere che, alla fine, bastava andare oltre il tuo confine immaginato. Come quando piove, piovono parole, incomprensioni, illusioni; possono arrivare lacrime gratuite ma l’importante è emozionarsi. La scomparsa di una persona a te cara ti può portare a questo. Rimane un vuoto incolmabile e allora tu vorresti che tutto tornasse come prima ma sai che è impossibile.