L'abbraccio colorato

Categoria: Letteratura per l'infanzia
Autore: Elena Marotta, Barbara Vecchietti
Editore: Casa Editrice Freccia D'Oro
Edizione: brossura
Genere: bambini 3/8 anni
Pagine: 35
Anno: 2014

 

La favola ha come tema principale l’amicizia e…l’arcobaleno. I colori dell’amore pervadono le nostre vite e accompagnano le nostre giornate silenziosi ma vivaci, indiscreti ma tenui, disperati e spenti.
Si animano e si placano, si riaccendono per poi tornare nell’oblio dello sconforto, si rianimano nella speranza. Un giorno, d’improvviso, il rosso acceso della gelosia senza freni, accecante e sconvolgente, insinua il sospetto spezzando in un istante gli equilibri e la serena consapevolezza di essere amati in egual misura per quello che siamo, gettando il seme della discordia e del rancore. La ragione prevarica il sentimento, l’orgoglio ha il sopravvento sulla forza della condivisione.
Solo il nero dell’oscurità senza via di uscita intenerisce il cuore del grande artista dei cieli, che intinge il pennello nella sua magica tavolozza e traccia indelebile nei cuori un arco fluorescente dalle molteplici sfumature che abbraccia tutto l’universo.

Elena Marotta è nata a Matera il 16 luglio 1973. Ha cominciato prestissimo a scrivere racconti e partecipare a concorsi letterari.
A dodici anni ha vinto un premio indetto dal giornale per adolescenti “Cioè”, grazie ad un racconto avente come tema “L’amore”. Abbandona solo temporaneamente il suo sogno di divenire scrittrice, per frequentare l’Istituto Tecnico Commerciale e poi l’Università di Siena, dove ha conseguito la laurea in Economia Bancaria. Oggi lavora come impiegata amministrativa e contabile, ma il suo sogno è tornato prepotente.
A luglio 2012 è stato pubblicato in e-book la sua “opera prima”, il libro “Racconti” dalla casa editrice di Cento Freccia d’Oro. A dicembre 2012 lo stesso è stato pubblicato anche in brossura. Barbara Vecchietti è nata il 7 settembre del 1962 a Renazzo frazione di Cento e così anche la sua passione per il disegno e la pittura.
Ha frequentato l’istituto tecnico commerciale diplomandosi in ragioneria. Ha due figli e un marito fantastico e gestisce un’attività in proprio. Conduce una vita riservata.
Nel 2000 ha deciso di frequentare la scuola di pittura dei maestri Nannini e da allora non ha più smesso di dipingere.

In un tempo lontano, distante dalle città in cui viveva l’uomo, vi era un piccolo bosco in cui regnava la pace. Felice, il sentiero e Serenità, il ruscello, delimitavano ad Est e ad Ovest il Bosco Tranquillità. I giorni trascorrevano felici in quell’angolo di mondo in cui non si erano mai verificate liti, guerre, dispetti ed invidie. Tutti gli animali erano amici e si aiutavano l’un l’altro. Sole splendeva alto nel cielo e riscaldava il Bosco, con i suoi alberi ed i suoi animali; Stelle e Luna rischiaravano le notti e quando gliene facevano richiesta con le dovute buone maniere, Luna si trasformava nell’altalena di Gufo e Civetta. Nessuno degli abitanti del Bosco Tranquillità aveva paura e perché avrebbe dovuto averne poi? Non ve ne era motivo. Nel Bosco Tranquillità anche Luna, Stelle e Sole giocavano felici insieme; nei giorni e nelle notti di eclissi, Sole e Luna si scambiavano fraterni ab- bracci dimostrando vicendevolmente il proprio affetto.