Tutto questo è molto strano

Categoria: Mattia e i suoi amici
Autore: Autori Vari
Editore: Mattia e i suoi amici
Edizione: brossura
Genere: favole
Pagine: 40
Anno: 2017

 

Le Classi IVA, IVB e IVC della Scuola Primaria “Edmondo De Amicis” dell’Istituto Comprensivo di Pieve di Cento hanno trascorso l’intero anno scolastico 2016/17 “Alla ricerca della felicità!”, scegliendo di indagare le principali emozioni che sospingono la nostra vita: FELI- CITA’, RABBIA, PAURA E TRISTEZZA. A tale scopo, abbiamo perfezionato il nostro progetto didattico ade- rendo alla proposta dell’Associazione “Mattia e i Suoi Amici” perchè perfettamente in linea con i bisogni formativi individuati nei nostri alunni ed aderente al percorso programmato. Il laboratorio ha previsto la scrittura di racconti inediti inerenti le quattro emozioni ed è stato proposto al gruppo di alunni iscritti all’orario scolastico di 40 ore settimanali: un gruppo classe misto, che raccoglie alunni delle tre sezioni. Distribuiti in gruppi, gli alunni, in Cooperative Learning, hanno sciolto la loro fantasia, suddividendosi i ruoli e realizzando le storie e le illustrazioni. E’ stato un viaggio complesso, che ha visto l’intreccio e l’impiego di diverse attitudini: relazionali, di negoziazione, delle competenze lin- guistiche e grafiche, di problem solving. A lavoro completato, con stupore, abbiamo rilevato la drammaticità ed il negativismo insiti nelle storie. Ripensando, però, alle fiabe ed ai cartoni animati in cui i personaggi sono spesso protagonisti di vite dolorose e commoventi, i racconti dei nostri bambini risultano essere perfettamente in linea con l’inconscio collettivo fanciullesco che ha a che fare con l’esperienza e che, attraverso le storie, svela la vita e su di essa verità talvolta anche distruttive. E’ stato davvero un bel viaggio di condivisione, di ricerca, d’avventura, di identificazione che ha permesso ai nostri alunni, al termine delle storie, di liberarsi dalle ansie legate alle narrazioni stesse.

Il progetto didattico di cui state stringendo fra le mani il risultato è stato pensato per permettere agli alunni delle scuole elementari di poter realizzare un libro e poter dire, alla fine del lavoro, “Questo li- bro l’ho fatto io!”. Il progetto rientra nella mission della Casa Editrice Freccia D’Oro che ha, fin dalla sua fondazione, perseguito l’obbiettivo di far conosce- re al pubblico scrittori esordienti ed è inoltre un progetto che ben si sposa con i compiti istituzionali dell’Associazione Mattia e i Suoi Ami- ci che si pone come scopo principale quello di essere dalla parte dei bambini. Questi giovani autori hanno curato la creazione di questo libro - seguendo come si suol dire tutta la filiera della produzione - fin dall’elaborazione dell’idea originale, passando per la grafica, l’impaginazione, la correzione bozze. E’ stato per noi - e speriamo anche per loro - un viaggio entusiasmante che vorremmo portare anche in altre scuole.

n un pianeta lontano lontano c’era una piccola città dove tutti vivevano felici. Il pianeta si chiamava Amore ed era a forma di cuore, la città si chiamava Aticilef. Un giorno capitò che da una nuvola nera e misteriosa cadde inavvertitamente una vecchietta molto triste, che non credeva nella felicità perché durante la sua vita era stata molto sfortunata. Andava in giro a dare sfortuna a tutti: una volta mise un mattone sul marciapiede così le persone inciampavano e cadevano dando la colpa alla sfortuna.