La magia della trottola

Categoria: Eros
Autore: Giulia Neri
Editore: Casa Editrice Freccia D'Oro
Edizione: brossura
Genere: narrativa
Pagine: 131
Anno: 2014

 

E decidemmo così, per gioco e per amore..... E dopo vari inviti andati a buca eccomi passo dopo passo ad andare incontro al primo sconosciuto. É lì, fermo al semaforo che si guarda intorno, cercando in ogni donna che lo sfiora passandogli accanto, quella che potrei essere io. Lo individuo in questo modo subito, è troppo scontato il suo atteggiamento, ed uno sconforto mi assale: per essere il primo poteva essere decisamente meglio. Non importa, mi presento con il nome che abbiamo deciso insieme. Ci avviamo verso casa chiacchierando....non del più o del meno ma ben- sì di politica: e chi l’avrebbe mai detto? Sono tranquilla, serena, vivendo attimo dopo attimo quella che sarà la mia iniziazione. Saliamo e lì ci sei tu che ci attendi. Vi salutate come due vecchi amici che non si sono più rivisti da tempo, e dopo avergli offerto da bere final- mente il ghiaccio si scioglie.

L'autrice, residente nel nord Italia è alla sua opera d'esordio, con questo romanzo che, attraverso uno stile narrativo particolare, riporta le sue esperienze sessuali vissute assieme al compagno.

É stato come girare vorticosamente, similmente ad una trottola, giocattolo oramai scomparso dalle stanze dei fanciulli; gira, gira e rigira, fermandosi dove? In un’altra realtà, a me sconosciuta, non più la stessa di un passato ormai trascorso, in un mondo che non credevo potesse verosimilmente esistere. Da troppo tempo ormai la mia vita si era trasformata in una routine, l’a- patia si era impossessata di me, della mia mente, delle mie emozioni, dei miei sensi di donna. Mi sono trasformata, involontariamente, istintivamente. Ho accettato di calarmi in questo giocattolo, senza inibizioni, serenamente. E tutto ciò anche grazie a te, mio splendido uomo, che mi hai accompagnata e guidata in quest’avventura, e che ancora mi tieni saldamente per mano a spasso nel tuo cuore. Ed ecco che ora il mio corpo freme, risponde alle sollecitazioni, la mia mente si interseca con la tua e magicamente sa quando ritirarsi momentaneamente per dar spazio allo sfogo degli istinti più reconditi. “.....sarà per il clima mite, il profumo dei fiori inebrianti, il colore della pelle delle persone che mi circondano: decido di incontrare il primo personaggio della mia storia.....”